17 aprile 2010

Il nuovo Governatore 108 IB2 Gigi Tarenghi

BERGAMO Un lungo applauso, scandito anche da alcuni complimenti e strette di mano, ha sancito la nomina del bergamasco Pier Luigi Tarenghi, proveniente dal Lions Club Treviglio Host, dove milita dal 1982, a nuovo governatore del Distretto Lions 108 Ib2, che comprende 51 Lions Club delle province di Bergamo, Brescia e Mantova, per un totale di 2.070 soci, di cui 260 donne. L’importante evento è maturato presso la Sala del Mosaico del Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni della Camera di Commercio di Bergamo, in via Petrarca 10, dove nella primavera 2010, si è svolta l’assemblea dei delegati al “Congresso di Primavera” del Distretto Lions 108 Ib2. Per Pier Luigi Tarenghi, 65 anni, di Casirate d’Adda, un’elezione annunciata, visto che, come da statuto lionistico, era l’attuale 1° vice-governatore in carica, al quale spetta di diritto la possibilità di proporsi come governatore. E così è stato. Dei 153 elettori, giunti dalle tre province di Bergamo, Brescia e Mantova, ben 144 hanno accettato la proposta di Tarenghi, presentatosi all’assemblea con una ricca e articolata relazione.

Insieme a lui, sono stati eletti, come 1° vice-governatore, Amelia Casnici Marcianò, di Palazzolo sull’Oglio (BS), e, come 2° vice-governatore, Gabriele Pezzini, di Sabbioneta (MN).
L’elezione di Pier Luigi Tarenghi è un successo per il volontariato internazionale bergamasco, ma anche per il Lions Club Val Calepio Val Cavallina, di cui è amico sincero.

Il distretto Lions 108 Ib2 è uno dei più importanti d’Italia, forte di 2,5 milioni di abitanti. Ora, alla sua guida, per l’annata sociale 2010-2011, proprio un bergamasco, dopo alcuni anni in cui si sono alternati governatori provenienti da Brescia e Mantova.

Nato 65 anni fa a Casirate d’Adda, sposato con Mariangela, e padre di Giovanna, Tarenghi ha lavorato per 19 anni presso la Cario Erba Farmitalia, ricoprendo la carica di Capo Gruppo della Logistica. Per altri 25 anni, poi, ha lavorato nel settore bancario, come consulente finanziario. Ma il suo nome è legato alla vita politico-amministrativa, essendo stato per 24 anni consecutivi, dal 1975 al 1999, sindaco di Casirate d’Adda.

.